Il palestrato resta al…palo

Attualità555fc751c17dd24338b42fa920a4224b.gif
 
 
 
Dagli Stati Uniti una nuova tendenza si sta diffondendo con una sorprendente velocità. Finito il tempo del bello tutto muscoli e pochi radi neuroni, in America è caccia aperta allo scapolo acculturato. In un libro scritto dalla psichiatra Anna Fels, sono descritti gli ultimi desideri in fatto di maschietti da parte della donna a stelle strisce.
 
 
 
Finisce l’epoca del bellone palestrato ma di poco concetto, inizia il momento di chi è capace di ascoltare, parlare, approfondire, dare consigli. Le donne hanno capito da un bel pezzo che, una volta esaurita la carica ormonale dei primi tempi, se in un maschio non c’è altro, la coppia non può funzionare. Cercano complicità, dialogo, hanno voglia di confrontarsi, di capire, di sapere. Basta palestra, si va in biblioteca, a visitare un museo, a vedere un mostra. Basta abbonamenti allo stadio, si parte alla scoperta di città d’arte, piene di storia.
 
 
 
Certo ci sarà da far combaciare qualche dettaglio, in fondo l’occhio vuol pur sempre la sua parte, ma sono piccolezze che col tempo si andranno ad assottigliare. Per adesso la tendenza tutta americana ci dice che bello e palestrato non basta a detenere il trono di re della seduzione, le qualità sono altre e non si trovano in un barattolo di aminoacidi ramificati…
Il palestrato resta al…paloultima modifica: 2008-05-16T09:00:00+02:00da rickyapple
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento