Irene Grandi “Vai, vai, vai”

Era il 1994 quando Irene Grandi uscì con l’omonimo album. Preceduto dal singolo sanremese “Fuori”, il primo lavoro della cantante toscana riscosse subito un grande successo grazie anche alla collaborazione con Jovanotti che scrisse per lei “T.V.B.”  e di Eros RamazzottiSposati subito”. Ci fermiamo a questo lavoro per la brava Irene Grandi anche perché da questo cd in poi sarà un crescendo di popolarità e di successo di vendita.

Estate 1994

L’Italia perde la finale del campionato del Mondo di calcio contro il Brasile. Perdiamo la partita ai penalty, decisivi gli errori di Baresi, Massaro e Roby Baggio.

Avevamo di già le bandiere pronte a sventolare, auto e motorini con il pieno per girar a clacson spiegati tutta la notte. Avevamo qualche bottiglia di Becks, quattro o cinque Winston da fumare, uno stereo a cassette nella macchina e poca voglia di dormire. Una storia da chiudere, una donna da mollare, un lavoro da cambiare. Noi uomini non si lascia vero? Si fa in modo che si venga lasciati. Meglio, si sta meno male, ci si toglie il dente senza andar dal dentista. Solitamente dopo aver amoreggiato e aver riaccompagnato l’amata (?), si finiva la serata con gli amici, a mangiar penne all’arrabbiata al Charlie’s, un localino che fino alle prime luci dell’alba brulicava di ragazzi in preda ai morsi della fame. Sulla strada al ritorno, neanche l’ombra di un etilometro scortato da pula o caramba, niente di niente.

 

Estate 1994

Irene Grandi “Vai, vai, vai”

 

 

Irene Grandi “Vai, vai, vai”ultima modifica: 2008-06-19T15:15:00+02:00da rickyapple
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento