Acqua, come risparmiarla

Finalmente l’estate ha investito in pieno il nostro bel paese. Le temperature in queste ultime ore sono e774b80582f3d85bbb59478e44471956.jpgsalite un po’ in ogni parte d’Italia. Salgono contemporaneamente anche i consumi energetici e l’uso di acqua. Anche se una primavera abbondantemente piovosa dovrebbe aver scongiurato per quest’anno il pericolo legato alla siccità, è sempre bene adottare alcuni accorgimenti al fine di evitare sia inutili sprechi di una preziosissima risorsa che la natura amica ci mette a disposizione, sia di risparmiare in termini puramente economici visto il prezzo che oramai le varie aziende consorziate applicano a questo bene.

Dicevamo che la natura amica come sempre, provvede al nostro fabbisogno, ma in certi casi è sempre bene assumere determinati modelli di comportamento al fine di preservare quanto più a lungo le riserve dell’acqua, ecco allora qualche ottimo consiglio:

I frangigetto possono farci risparmiare fino al 50% di acqua. Si comprano in ferramenta o anche nei grandi supermercati, sono facilissimi da installare (non richiede l’intervento di un tecnico) e costano davvero poco. Possono essere applicati in cucina, in bagno e sul rubinetto della vasca.

Fare la doccia comporta un risparmio di acqua anche del 75% rispetto al bagno per il quale ci vogliono non meno di 150 litri di acqua.

Ricordarsi di controllare periodicamente il contatore a rubinetti chiusi. Una piccola perdita può trasformarsi in un salasso economico.

Mentre ti lavi i denti, chiudi il rubinetto perché l’acqua che nel frattempo scorre è tutta un inutile spreco. Un rubinetto normale da bagno ha una portata di più di dieci litri al minuto, lasciarlo aperto mentre ci si sfrega i denti vuol dire mandare allo scarico circa 30 litri di acqua immacolata.

E’ stato calcolato che più del 30% dei consumi domestici di acqua, se ne esce proprio dallo scarico. E’ importantissimo dotare il proprio impianto di doppio scarico. Una tirata di sciacquone si beve sempre non meno di 12 litri e questo per portarsi dietro il più delle volte solo piccoli pezzetti di carta igienica. Avere un impianto dotato di regolatore di flusso o di doppio pulsante di scarico, ci permette di scegliere la quantità da far affluire nel wc a seconda delle varie esigenze e senza inutili sprechi.

Cercare di usare lavastoviglie e lavatrice solo a pieno carico. La maggior parte di questi elettrodomestici funzionano ancora con un consumo di corrente e di acqua standard. Vanno quindi usati a pieno regime anche per evitare la frequenza di lavaggio.

I fiori vanno annaffiati e non inondati. Dategli acqua, ma fatelo solo dopo il tramonto quando ci sarà meno vaporizzazione e di conseguenza meno spreco.

Acqua, come risparmiarlaultima modifica: 2008-06-25T10:05:00+02:00da rickyapple
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento