Limone

Fin dai tempi antichi le virtù del limone sono 1961476080.jpgentrate a far parte della conoscenza popolare. Per goderne appieno di tutte le qualità andrebbero mangiati quando son ben maturi e con la scorza (attenzione però perché quelli in commercio sono spesso raccolti quando sono ancora verdi e trattati con sostanze chimiche). La buccia di limone è ricchissima di sostanze che apportano molti salutari benefici all’organismo. Intanto contiene dell’olio essenziale a base di limonene, citrale, curarine e abbondanti flavonoidi, quest’olio ha spiccate proprietà antisettiche utili per affezioni dell’apparato urogenitale e respiratorio.

 

I racconti del passato narrano di navi cariche di limoni e di equipaggi che riuscivano a scampare alla malattia che un tempo affliggeva molte popolazioni, lo scorbuto. Il limone possiede elevate percentuali di acido citrico il quale una volta metabolizzato con prodotti alcalini contribuiscono a depurare l’organismo e a mantenerlo giovane nei tessuti. Posto in un bicchiere di acqua per dieci minuti, il succo di limone è in grado di uccidere eventuali bacilli di colera o del tifo in esso contenuti. Le proprietà lenitive del limone sono utili in caso di processi catarrali, reumatismi,infezioni intestinali, diarree, arteriosclerosi, nevralgie, artriti, emorragie. Ottimo per depurare l’organismo, come espettorante, digestivo, antisettico, tonificante per il fegato. E’ controindicato solo in chi è gravemente ammalato di insufficienza epatorenale. Un azione continuata e in quantità eccessiva può portare ad un’azione decalcificante.

Limoneultima modifica: 2008-08-22T10:05:00+02:00da rickyapple
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento