Case legno: ecologiche antisismiche a risparmio energetico

Scopriamo le case legno: ecologiche antisismiche a risparmio energetico un settore in piena espansione grazie all’evoluzione del mercato

Case legno: ecologiche antisismiche

Case legno: ecologiche antisismiche

Le case legno sono antisismiche, ecologiche ed offrono un notevole risparmio energetico. Quello delle case legno, è un mercato in grande espansione in Europa. Se il mattone non tira, il mercato immobiliare classico è fermo, le case legno stanno conoscendo una fase di grande crescita. La crescita, per il momento, non riguarda l’Italia, paese sempre più ingessato da una burocrazia limitante e fin troppo invadente. La casa in legno è un prefabbricato perfettamente abitabile, antisismico, antincendio. L’abitazione, oltre ad essere ecologica in tutti i suoi aspetti, è cablata e pronta al montaggio. La casa in legno, necessita di un terreno edificabile e di tutti gli allacci relativi a gas, luce, acqua, scarichi etc. In Italia, gli appassionati di questo settore, crescono in modo esponenziale. Le case in legno piacciono e catturano  attenzione, non solo per l’effettivo risparmio rispetto alla classica costruzione in muratura.

Il risparmio lo si riscontra nell’acquisto ma poi, sono i consumi della casa in legno che portano grande convenienza. Una casa in legno può arrivare a consumare un terzo di gas o gasolio necessario per il riscaldamento di una casa in mattone mentre le spese relative alla manutenzione della struttura si equivalgono. Il silenzio e il confort del legno, sono tra le caratteristiche più apprezzate da chi ha la fortuna di poter abitare in una casa di legno.

I limiti in Italia, sono rappresentati dalle pastoie burocratiche, dai mille permessi e certificati da ottenere. Certo, in un momento di stasi come questo, la casa in legno potrebbe rappresentare quell’idea capace di far ripartire il settore immobiliare.

Case legno: ecologiche antisismiche a risparmio energeticoultima modifica: 2015-09-15T12:26:15+02:00da rickyapple
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento