Alle cinque passo da te

Immancabile post estivo sulla musica anni ottanta. Questa è davvero una bella chicca. La magia di un disco, la magia di un suono. Pigi play, chiudi gli occhi e…partono i ricordi. Un pomeriggio di fine giugno, come ogni giorno mi fermo al solito postocon la mia Scirocco e aspetto, motore acceso e il radioregistratore (siamo negli anni ottanta no?) con un nastro dentro che suona musica degli Psychedelic Furs. Musica anni ottanta. Aspetto i soliti dieci forse quindici minuti poi dal portone la vedo uscire, bella più di sempre.

L’ho conosciuta a scuola, una di quelle scuole di ripiego, di formazione cosidetta professionale, finanziate dalla regione. Tutti parlavano di lei e a me francamente la cosa non mi toccava. Le divette mi son sempre state un po’ antipatiche. Ma questa non era antipatica.  Occhi un po’ a mandorla, corpo magro e nervoso, vestiva come quelle che non hanno bisogno di granché per essere sempre estremamente affascinanti. Estroversa il giusto. Dopo qualche chiacchiera si decise di vederci un pomeriggio e di li a breve ci si mise insieme. Ovviamente per la gioa di tutti quelli che le sbavavano dietro e che rimasero con un pugno di mosche, eh eh eh!
Oggi (è un ricordo degli anni ottanta…), sono qui come ogni giorno ad aspettarla ed eccola che arriva. Sale e mi da il solito bacetto. Abbassa il finestrino dalla sua parte, accende una Multifilter, manda giù una boccata e mi chiede come sto. Non potrei stare meglio. Non posso stare meglio. Ho te. Ho tutto. Le accarezzo la mano, le sue belle mani. Lunghe e affusolate. Girovaghiamo alla ricerca di un po’ d’ombra, di un po’ di silenzio. Parliamo del più e del meno, spesso fantastichiamo su come potrà essere domani, le nostre fantasie, illusioni, i nostri sogni. Poi un bacio, le sue labbra dolci e tenere, piccoli morsi sul labbro superiore, inferiore. Poi abbracciati, attorcigliati, intrecciati. Mani che passano tra i capelli, occhi negli occhi, guardarsi in silenzio fino a perdersi uno dentro l’altro. E’ tardi la riaccompagno, ci vediamo domani alla stessa ora. Alle cinque passo da te. Torno a casa e parte questa canzone
 

Alle cinque passo da teultima modifica: 2008-06-25T16:05:00+02:00da rickyapple
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento